A furia di tamponare i problemi…

Avete fatto caso quanto frequente sia la tendenza nelle aziende a risolvere superficialmente i problemi, senza sradicarli alla radice e senza andare a fondo nella standardizzazione immediatamente successiva, preferendo passare velocemente ad altro, piuttosto che costruire pezzi di sistema?

Per chi ha imparato accuratamente i principi del “Toyota Way” questa propensione è una delle cause per mettere in un angolo la Lean, lasciandosi guidare dalla furia di tamponare i problemi.
Come neutralizzarla?

 

A mio parere è necessario porre la giusta attenzione al fatto che la trasformazione Lean ha come obiettivo primario quello di costruire un sistema aziendale in grado di migliorare in via permanente le prestazioni del business attraverso l’autonomia dei team.

Quindi, in pratica, occorre risolvere ogni problema attraverso progetti di miglioramento piccoli o grandi, avendo cura di non saltare nessuna delle fasi, dalla corretta descrizione del problema stesso all’individuazione delle cause alla radice, dall’analisi delle possibili contromisure alla loro implementazione documentata, dalla standardizzazione successiva all’auditing e al follow up finale per essere sicuri che il problema sia definitivamente risolto.


Articolo a cura di:

Luciano Attolico

CEO Lenovys

È tra i massimi esperti in Europa di Lean Thinking, Performance Improvement, Lean Lifestyle® e Impact Innovation. La sua filosofia professionale mette al centro l’uomo, portandolo alla ricerca di ciò che assicura più risultati con meno sforzi e maggior benessere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *