Lean Zero Defect

2 giorni

Il Lean Thinking per la qualità assoluta di prodotti e processi
cod. corso 3.4

A cosa serve il corso

#1

Acquisire una panoramica generale dell’evoluzione del concetto di Qualità

#2

Applicare i concetti Lean alla riduzione degli sprechi qualitativi in ogni processo

#3

Imparare ad utilizzare gli strumenti più appropriati per l’implementazione di un programma Lean Zero Defect

Oggi quando si parla di “Qualità” si parla di una parola ormai divenuta patrimonio di qualsiasi realtà aziendale e sempre più spesso accompagnata dal blasone di certificazioni e da slogan altisonanti. Eppure ancor oggi sono rare le aziende che riescono davvero a trasformarsi in sistemi snelli di persone e processi orientati verso la riduzione assoluta dei difetti e l’eliminazione alla radice delle non conformità qualitative. Paradossalmente si assiste ancora a diversi casi in cui l’ente Qualità rischia di diventare un pesante fardello burocratico, avulso dal suo reale obiettivo che dovrebbe essere garantire la massima soddisfazione del cliente. Purtroppo in diverse aziende si fa ancora fatica a trasferire il concetto che la massima qualità alla fonte in qualsiasi operazione rappresenta la vera modalità di ridurre i costi di tantissime attività produttive.
Quando i Clienti sono davvero al centro dell’azienda diventa naturale che una percentuale crescente di dipendenti acquisisca sempre più potere decisionale nell’affrontare i problemi qualitativi, riducendo la necessità di una supervisione più strutturata. Il corso Lean Zero Defect Lenovys promuove questo profondo cambiamento culturale, orientato all’acquisizione pragmatica delle pratiche gestionali e operative che assicurano l’implementazione di un sistema di persone e processi per ottenere l’eccellenza qualitativa al minimo costo aziendale.  Questo si ottiene spostandosi progressivamente dalla passiva intercettazione dei difetti alla loro prevenzione, attraverso il contributo proattivo di ogni risorsa coinvolta nel flusso del valore produttivo.

Obiettivi

  • Acquisire una panoramica generale dell’evoluzione del concetto di Qualità
  • Applicare i concetti Lean alla riduzione degli sprechi qualitativi in ogni processo
  • Comprendere come promuovere una cultura orientata alla soddisfazione del Cliente, esterno ed interno
  • Imparare ad utilizzare gli strumenti più appropriati per l’implementazione di un programma Lean Zero Defect

Rivolto a

  • Dirigenti e Funzionari area Operations
  • Middle Management area Operations
  • Team e Group Leaders
  • Agenti Miglioramento Continuo
  • Operatori di linea

Contenuti

La Qualità in azienda

  • Evoluzione storica della Qualità: dal Final Inspection alla mentalità Zero Defect
  • La soddisfazione del cliente come valore strategico aziendale
  • Il cliente finale ed il cliente interno: problemi sociali, comunicativi e valoriali
  • Riconoscere ed individuare le implicazioni della “non qualità” a tutti i livelli dell’azienda
  • La trappola dei rework

La metodologia del Lean Zero Defect

  • Il Jidoka come pilastro del Toyota Production System
  • Il Quick Response Management come scheletro del Lean Zero Defect
  • La riunione di linea e lo stand-up meeting
  • Il deployment delle difettosità e la strategia di aggressione delle perdite qualitative
  • Il problem solving ed il ciclo PDCA
  • Il Claim management e l’8D
  • Aspetti sociali e motivazionali per il successo di un programma Lean Zero Defect

Gli strumenti operativi del Lean Zero Defect

  • L’Andon e l’importanza di affrontare i problemi alla radice
  • Il Control Plan
  • La matrice di auto-qualità come strumento di miglioramento continuo
  • Dal controllo di prodotto al controllo di processo: capacità e SPC
  • Spingere verso soluzioni a prova d’errore (Poka Yoke)
  • Gli strumenti di prevenzione: DFX, FMEA, Reliability tool
  • I legami tra i vari enti aziendali che contribuiscono allo Zero Defect: come rinforzarli e sinergizzarli

Sperimenterete

  • Come riconoscere e quantificare i costi associati alla mancata qualità
  • Come implementare una strategia di annientamento degli sprechi qualitativi
  • Come promuovere una cultura orientata alla soddisfazione del cliente
  • Come spostare progressivamente l’attenzione dall’intercettazione dei difetti alla prevenzione degli stessi.

Scarica il Catalogo della formazione in azienda