Sacmi Ceramica

Case history

Scenario

Propensione all’innovazione e miglioramento continuo sono i due fattori vincenti che hanno spinto l’imolese Sacmi a dare il via nel maggio 2008 al Lean Innovation Ceramica Project.
Sacmi è un’azienda metalmeccanica che produce macchine per ceramiche, ma anche per bevande e confezioni, per processi alimentari e plastiche.
Protagonista la Divisione Ceramiche, che ha un posto di rilievo all’interno di Sacmi (60% di fatturato sul totale di quasi un miliardo e mezzo di euro).
Obiettivo: una nuova pressa ceramica e il miglioramento del processo di sviluppo per fronteggiare la concorrenza cinese e la competitività del mercato.

Criticità

Dall’assessment iniziale e dalle attività iniziali di mappatura, Value Stream Mapping (VSM) sono emerse le seguenti criticità aziendali da fronteggiare:

  • Frequenti reiterazioni di operazioni e milestone ripetute
  • Scarsa sincronia tra le attività
  • Barriere alla comunicazione
  • Soste e attese
  • Numerose rilavorazioni e modifiche su tutti i gruppi di lavoro
  • Lead time da ridurre
  • Carenza di standard condivisi
  • Eccessiva variabilità nella durata dei processi e negli output attesi

Aree di intervento

Le analisi di Value Stream Mapping, ovvero sullo status quo, e i successivi Hansei – sessioni di riflessioni sullo stato desiderato e sul gap sussistente rispetto all’attuale –  sono stati il punto di partenza per la definizione del nuovo processo di sviluppo prodotto, definito e testato nel progetto pilota che avrebbe portato al nuovo macchinario.

Analizzato l’AS-IS, è stato definito il To Be: attraverso workshop, con il team di Sacmi Lenovys ha ideato la nuova mappa del processo di sviluppo prodotto, cercando di risolvere le criticità emerse nelle precedenti fasi di analisi. Rispetto al precedente il nuovo processo:

  • rispondeva a logiche di co-design con i fornitori – coinvolti più a monte del processo
  • seguiva tecniche di Set Based Concurrent Engineering
  • assicurava minori tempi di time to market, minori costi di sviluppo nuovi prodotti.

In questo modo, non solo si è riusciti a diminuire la durata del processo e a risolvere le problematiche legate alla comunicazione e alla reiterazione di attività, ma è anche aumentata la qualità del prodotto finale.

Con la redazione del Concept paper si è entrati nella fase più esecutiva del progetto. Analizzando i driver di costo, la concorrenza e i bisogni dei clienti, si è scoperto che fino ad allora l’innovazione era una pratica attuata per consuetudine, un modo per evitare l’obsolescenza del prodotto e la perdita di quote di mercato. Quindi sono stati cercati altri driver che per guidare l’innovazione in termini di maggiore efficacia ed efficienza: per esempio un’interfaccia maggiormente user friendly, il trouble shooting implementato sul pc della pressa, il miglioramento dei dispositivi di aspirazione. Ogni task di miglioramento è stato opportunamente prioritizzato, tra must e nice to have.

Nell’ambito dell’applicazione del Set Based Concurrent Engineering, sono emerse venticinque alternative concettualmente diverse da sottoporre a valutazione tramite criteri scelti dal team: questa è stata la fase di esplorazione dei concetti (Kentou) del nuovo processo di sviluppo prodotto. Grazie ad una Evaluation Matrix è stato possibile costruire curve di trade off che hanno agevolato la valutazione finale, grazie anche al sistema di Visual Management.

L’intero progetto è stato gestito adottando l’Obeya System, nella stanza operativa del progetto, che poi è diventata un modus operandi aziendale, insieme al nuovo processo di sviluppo prodotto.

Risultati

La nuova macchina Sacmi PH 3200 è stata presentata nel settembre 2010, durante la più importante fiera al mondo per la fornitura all’industria ceramica e del laterizio, Tecnargilla.

Design accattivante, cambio stampo rapido in trenta minuti: solo alcuni degli ingredienti salienti che hanno segnato l’innovazione in un settore maturo da anni.

Molti anche i miglioramenti ai processi esistenti:

  • Lead time -30%
  • Costo -10%
  • Tempo di setup della macchina -83%
  • Miglioramenti alla diagnostica, alla velocità e all’ergonomia

 

Richiedi info

Il tuo messaggio è stato inviato con successo. Grazie.
Si è verificato un errore durante l'invio del tuo messaggio. Riprova in un secondo momento oppure contatta in un altro modo l'amministratore del sito.
L'indirizzo email inserito non è valido
Si è verificato un errore durante l'invio del tuo messaggio. Riprova in un secondo momento oppure contatta in un altro modo l'amministratore del sito.